La macchina venuta dal futuro

di Victor Tognola

(RSI, 2014)

Quello che presentiamo in questa pagina è il film “La macchina venuta dal futuro” di Victor Tognola, un documentario realizzato dalla Frama Films International di Lugano in coproduzione con la RSI, la Radiotelevisione Svizzera. Ho collaborato a questo film nella veste di consulente, in quanto autore dell’inchiesta sull’energia nascosta che nel 2010 ho pubblicato sul quotidiano nazionale Il Giornale, a quel tempo diretto da Vittorio Feltri. Il film (che dura 80 minuti) si ispira esplicitamente alla mia inchiesta e, infatti, ho fornito alla produzione la maggior parte dei contenuti e delle testimonianze che vi compaiono. Il messaggio finale del film è di fatto quello che emerge dalla mia inchiesta: la presenza di una macchina misteriosa (che funziona secondo principi di una nuova fisica, al momento sconosciuta) in grado di annichilire la materia, trasformarla da un elemento all’altro, e, presumibilmente, permettere passaggi inter dimensionali che interferirebbero con il  concetto spazio-tempo. E dietro tutto questo aleggia, come un’ombra, la figura dello scienziato scomparso Ettore Majorana.
Pur essendo un film ben fatto (Tognola è uno dei migliori documentaristi d’Europa), la RSI lo ha mandato in onda in questo 2014 nel mese più morto dell’anno (agosto, quando tutti sono in ferie), in un giorno feriale (lunedì) e in terza serata (alle 23,20). L’intenzione, sembra evidente, era quella di non dare troppo nell’occhio. Invece, Internet ha fatto il miracolo. Non appena la RSI ha inserito il film nel proprio sito web, decine di migliaia di persone (imbeccate dagli articoli che ho pubblicato su questo tema) sono andate a cercarlo, rendendolo subito popolare. Basti pensare che soltanto nei primi giorni, su Facebook già si contavano centomila visualizzazioni. E il trend è continuato, e continua, ancora oggi.
Ma perché la RSI non ha valorizzato, come avrebbe dovuto, un film così interessante? Ufficialmente, nessuno conosce la risposta. Anche se si potrebbero fare diverse ipotesi. Di certo c’è che il film non parla di una leggenda metropolitana, come ha chiarito Tognola fin dalle prime scene. Tratta, invece, di una storia realmente accaduta, che dura da mezzo secolo e che, fino ad oggi, non si è ancora conclusa. Vale dunque davvero la pena di vederlo, questo documentario! Provare per credere. Buona visione a tutti.
RDS

Pagina Web del programma sul sito della RSI

Scarica Flash Player

Audio Language / Lingua audio / Idioma de audio / Langue audio / Audio-Sprache : ITA

SCOMPARSA
“LA MACCHINA VENUTA DAL FUTURO”

8 Maggio 2015 – C’è una nuova notizia circa la rimozione dal web, da parte della Radiotelevisione Svizzera (RSI), del documentario “La macchina venuta dal futuro” di Victor Tognola. Il film, che raccontava la mia inchiesta giornalistica sulla storia del dispositivo che produceva energia a costo zero, non è più visibile. La RSI in un primo tempo ha spiegato che "per i doc. Pacte, oltre la diffusione, abbiamo un catch-up di 7/14 giorni sul web, dopo bisogna purtroppo toglierlo dal sito". A quel punto io ho fatto osservare che il film è stato sul sito RSI per ben 263 giorni e non 7-14 giorni, come da loro sostenuto. Oggi, lunedì 11 maggio, la RSI risponde nuovamente con queste parole: “Caro Rino Di Stefano, il documentario, per il quale erano scaduti i diritti web, è stato tolto anche su richiesta diretta del regista”. Dunque, afferma la RSI, sarebbe stato lo stesso Tognola a chiedere la rimozione del film dal web. Che dire? Evidentemente avrà avuto le sue buone ragioni…
Per cui, ripeto, la sola cosa certa di questa storia è che l’unico film professionale che alzava il velo sui risvolti occulti di una strana e misteriosissima vicenda correlata alla scomparsa di Ettore ‪‎Majorana‬, ma assolutamente reale, adesso non c’è più.

RDS

 

CAMBIATA LA VERSIONE ORIGINALE DEL FILM
“LA MACCHINA VENUTA DAL FUTURO”

23 Novembre 2016 – C’è uno strano particolare nel DVD del film “La macchina venuta dal futuro”, messo in vendita dalla Radiotelevisione Svizzera Italiana (RSI). Infatti, nella versione originale, il film durava circa 81 minuti, mentre quella che adesso viene proposta al pubblico dura soltanto 53 minuti. In altre parole, sono stati tagliati 28 minuti del video originale. Non solo. Leggete la presentazione che viene fatta del film:

La macchina venuta dal futuro
Documentario 2014/ Ita, Eng Subs/ 53' di Viktor Tognola

Un soldato italiano reduce della Seconda Guerra mondiale porta con sé i piani di un'arma segreta che gli scienziati tedeschi, nel disfacimento della sconfitta, non sono riusciti a realizzare. Dopo circa 20 anni di silenzio, i piani passano nelle mani di un parente ingegnere che, con l’aiuto di un misterioso frate, riuscirà infine a costruirla. L’invenzione si rivela essere sì un’arma micidiale, ma anche una macchina che può produrre energia pulita a costo zero. Sottoposta a vari test scientifici, dà risultati fantastici. Ma i servizi segreti si attivano immediatamente, e l'ingegnere che l'ha sviluppata, il “Signore della Macchina”, è sottoposto a pressioni di ogni tipo. Ha persino luogo una trattativa segreta con la CIA in Vaticano, ma nessun risultato è raggiunto e della macchina si perde ogni traccia, o quasi.

Fonte: http://www.rsi.ch/g/8125054

Guardate, invece, come la RSI aveva presentato lo stesso documentario nell’agosto 2014:

La macchina venuta dal futuro
LA 1, lunedì 18 agosto, 23:20

L'energia pulita tanto auspicata per salvare il nostro pianeta forse esiste già da un pezzo, ma qualcuno la tiene nascosta per inconfessabili interessi economici. Ma non solo. Negli anni Settanta, infatti, un gruppo di scienziati italiani ne avrebbe scoperto il segreto, ma questa nuova e stupefacente tecnologia, che di fatto cambierebbe l'economia mondiale archiviando per sempre i rischi del petrolio e del nucleare, sarebbe stata volutamente occultata nella cassaforte di una misteriosa fondazione religiosa con sede nel Liechtenstein.
Sembra la trama di un giallo internazionale l’incredibile storia che si nasconde dietro quella che, senza alcun dubbio, si potrebbe definire la scoperta epocale per eccellenza, e cioè la produzione di energia pulita.
Ma chi è il genio dietro a questa macchina del futuro? Perché la vita della persona che custodisce questo segreto è minacciata? Forse siamo di fronte a una scoperta troppo precorritrice per il nostro tempo?
Il regista Victor Tognola si avventura alla ricerca di risposte, alcune saranno rivelatrici, altre, invece, resteranno sospese, lasciando il dubbio tra la realtà e l'immaginazione.

Fonte: http://www.rsi.ch/g/1829790

Come potete vedere, nella nuova versione verrebbe riesumata la vecchia favola del soldato, reduce della Seconda Guerra Mondiale, che porta con sé i piani di un’arma segreta rubata ai nazisti. A parte il fatto che questa storiella era stata solo menzionata di sfuggita da uno degli intervistati nel film originale, c’è da dire che era già stato accertato che questo racconto fosse solo frutto di fantasia. Infatti, la prima volta che venne proposto negli anni Ottanta (sulle pagine di un grande quotidiano nazionale), si diceva che il soldato, di ritorno dalla prigionia, avrebbe consegnato i piani dell’arma segreta ad un giovane concittadino di Chiari (BS). Questo accadeva nel 1945 e il giovane di cui si parlava sarebbe stato appunto Rolando Pelizza. Peccato, però, che Pelizza sia nato il 26 febbraio del 1938, per cui nel 1945 aveva sette anni. Il soldato, dunque, avrebbe consegnato i famosi piani ad un bimbo di sette anni? Sarebbe bastato un piccolo controllo per evitare uno svarione di questo genere, ma chi per primo mise in circolazione questa storia, non verificò i dettagli. La domanda è: perché è stata cambiata la versione originale del film? Lo ha chiesto qualcuno o è stata un’idea degli autori? Di certo, qualunque sia stata la ragione, quella che viene proposta adesso in vendita al pubblico non è più l’integra versione originale del documentario, mandata in onda dalla RSI alle 23,20 di lunedì 18 agosto 2014. Il perché questo sia potuto accadere, viene lasciato alla nostra immaginazione.

RDS

 

Pagine correlate:

 

PDF IconSalva come PDF

HomeInizio paginaIndietro

I miei libri | I miei articoli | Eventi & News | Rubrica Letteraria | Multimedia
Documenti | Facebook | Twitter | Google+ | YouTube | Contatti

© 2001-2017 Rino Di Stefano – Vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita autorizzazione
Informativa sul Copyright

Protected by Copyscape