Questo sito web utilizza cookie tecnici e analitici, utilizzando misure a NON identificare l'utente e per fornire una migliore esperienza di navigazione. Continuando a utilizzare questo sito web senza modificare le impostazioni dei cookie, o cliccando su "Chiudi", permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni, leggere l'Informativa sulla Privacy.

Chiudi

DAL NOSTRO LETTORE SPECIALE

In auto per scoprire la Lunigiana segreta

di Rino Di Stefano

(Il Giornale, Martedì 4 Marzo 2008)

Lunigiana in autoI Liguri, si sa, sono sempre stati una razza molto fiera. Una stirpe tanto orgogliosa da non gradire affatto, ben due secoli prima dell'avvento di Cristo, che i Romani venissero a spadroneggiare in casa loro. E fu proprio per frenare l'inarrestabile avanzata di Roma che nel 193 a.C. le popolazioni locali riunirono un esercito di 40 mila uomini che mandarono in campo contro quello comandato dal console Quinto Minucio Termo. Il sangue scorreva a fiumi in quegli anni lungo i crinali dei monti liguri, ma fu un sacrificio inutile. Roma era troppo forte per essere battuta da chi difendeva la propria terra con tanto coraggio, ma scarsa preparazione militare. E fu così che nel 180 a.C. i Romani "impacchettarono" ben 47 mila famiglie liguri e le deportarono con la forza nel Sannio, in quello che adesso è il territorio di Benevento. Da quel momento la Liguria divenne provincia romana.
è con questo episodio storico che ricorda il vano tentativo dei Liguri di opporsi allo strapotere di Roma, che il genovese Franco Rampone presenta alcune note di storia nel suo libro "Lunigiana in auto - Guida storica, culturale, turistica, con una serie di itinerari attraverso una terra tutta da scoprire" (Comune di Fivizzano Editore). Anche perché quegli uomini che si opposero ai Romani erano i Liguri Apuani, cioè coloro che colonizzarono per primi quella che oggi chiamiamo Lunigiana.
Rampone non è uno sconosciuto a Genova. In molti si ricordano di lui quando tra gli anni Ottanta e Novanta presiedeva l'Associazione Albergatori di Genova e anche la sezione Turismo della Camera di Commercio di Genova. Così come molti ricordano ancora le sue battaglie a favore del turismo quando un Partito Comunista di stampo sovietico lanciava i suoi anatemi contro "chi voleva una regione di camerieri". E si è visto come è andata a finire.
Oggi Rampone non vive più nella sua amata Genova. Insieme alla moglie Gabriella si è trasferito a Monzone, ameno paesino della Lunigiana, ed è lì che ha voluto scrivere il suo primo volume in onore di questo angolo di mondo dove trascorre gli anni della pensione. La guida, corredata da circa 150 immagini del fotografo professionista Mario Tellini e dalle cartine di Matteo Tollini, fa scoprire al turista un'area che, come scrive Rampone, "per la sua natura splendida e incontaminata, dolce ed aspra, spazia dalle ardite guglie delle Alpi Apuane alle cime più dolci dell'Appennino, al verde sempre cangiante di boschi, prati, ulivi e vigneti, all'azzurro argenteo di fiumi, torrenti, rivi e laghi". E inizia così un viaggio tra le antiche pievi romaniche e le remotissime stele, tra castelli, eremi, cave di marmo e grotte neolitiche. Durante il percorso troviamo i segni lasciati dalle famiglie genovesi dei Fieschi, dei Centurione e dei Campofregoso. Ma ci imbattiamo anche in fantasmi, leggende e tesori nascosti. La guida è chiarissima e di estrema utilità per chi vuole scoprire i comuni di Aulla, Bagnone, Càsola, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca e Zeri. E le sorprese, strada facendo, non mancano davvero.

"Lunigiana in auto" di Franco Rampone e Mario Tellini, Comune di Fivizzano Editore, pp. 206, €12,00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – I siti web, blog, social media, giornali, riviste, trasmissioni televisive o radio, che desiderano servirsi dei contenuti di questo articolo per la diffusione pubblica, DEVONO CITARE IL SITO WEB RINODISTEFANO.COM COME FONTE.

PDF IconVersione di questo articolo in PDF (si può utilizzare Adobe® Reader®)

Recensione precedenteIndiceRecensione successiva

PDF IconSalva come PDF

HomeInizio paginaIndietro

I miei libri | I miei articoli | Eventi & News | Rubrica Letteraria | Multimedia
Documenti | Facebook | Twitter | YouTube | Instagram | Contatti

© 2001-2019 Rino Di Stefano – Vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita autorizzazione
Informativa sul CopyrightInformativa sulla Privacy

Protected by Copyscape